universo femminile

Il pianeta delle scimmie

Chi di voi uomini non si è mai sentito come Charlton Heston nei panni dell’astronauta George Taylor atterrato in un alieno futuro su un pianeta governato da scimmie, al cospetto di una donna di qualsivoglia natura e qualsiasi rapporto amicale o di altra natura?
L’argomento è talmente vasto che non si sa bene da dove cominciare. E dopo l’astronauta mi tocca vestire i panni di zio Hank, quando descrive in “Storie di ordinaria follia” l’amplesso con una grassa donna, così grassa che lui non sapeva decidersi sul dove cominciare a mettere le mani!
La temperatura! Ecco, le donne sono animali a sangue freddo, praticamente serpenti. Hanno sempre freddo. Hanno freddo per uscire, hanno freddo dentro casa l’inverno, hanno freddo le sere d’estate al mare (eddai), hanno freddo la sera dopo cena all’Aquila anche a Ferragosto, hanno freddo per trombare in giugno (mentre poi in luglio e agosto hanno CALDO), hanno freddo a prescindere e quindi cercano sempre il caldo (sarà per questo che si comportano in modo tale da andare, una volta passate a miglior vita, in un posto caldo…).
Ora passi il collega d’ufficio che in piena andropausa pure dovrebbe avere CALDO e invece ha freddo stramaledizione e spara l’aria calda a 27 (Ventisette) gradi. Ma la moglie che rompe che 20 gradi in casa sono pochi, che due coglioni. E sì che il programma si chiama CONFORT che in italiano fa tanto conforto, confortevole; mica si chiama DISAG, INFERN, VITACC. E lo stramaledetto programma CONFORT sta piazzato a 20 gradi centigradi. Pochi? De gustibus.

Annunci